Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Quale risoluzione usare quando si stampano le foto

/
/
/
152 Visite

Sia nel caso della scansione di un documento che nell’utilizzo di una fotocamera digitale, molte persone sono confuse sulla quantità di pixel di cui hanno bisogno per un’immagine. In effetti, la maggior parte delle fotocamere digitali SLR acquisisce immagini con una risoluzione di 300 pixel per pollice, il che è ottimo per un’immagine destinata a una macchina da stampa. Tuttavia, vi è molta attenzione alla risoluzione, come caratteristica particolare, soprattutto quando si tratta di scegliere fotocamere e stampanti per l’acquisto. Innanzitutto, è importante comprendere alcuni termini relativi alla dimensione e alla risoluzione dell’immagine: PPI, DPI e Megapixel. Se non hai familiarità con questi termini, o hai bisogno di un aggiornamento, puoi seguire i collegamenti sottostanti per una spiegazione più dettagliata:

Pixel per pollice (ppi) – Una misurazione della risoluzione dell’immagine che definisce la quantità di pixel (l’unità di visualizzazione) rispetto ad uno spazio definito (1 pollice = 2,54 cm.) con cui verrà riprodotta l’immagine durante la stampa. Più alto è il valore ppi, migliore sarà la qualità di stampa, questo è vero però fino a un certo punto; 300ppi è generalmente considerata la risoluzione di riferimento quando si tratta di stampare a getto di inchiostro le foto digitali.

Punti per pollice (dpi) – Una misurazione della risoluzione della stampante che definisce il numero di punti di inchiostro posizionati sulla pagina quando l’immagine viene stampata. Le stampanti a getto d’inchiostro di qualità fotografica di oggi hanno una risoluzione di migliaia di dpi (da 1200 a 4800 dpi) e offrono stampe fotografiche di qualità accettabile con risoluzione 140-200 ppi e stampe di alta qualità di immagini con risoluzione di 200-300 ppi.

Megapixel (MP) – Un milione di pixel, sebbene questo numero sia spesso arrotondato quando si descrive la risoluzione della fotocamera digitale.

Per determinare la quantità di pixel di cui hai bisogno, tutto dipende dall’utilizzo che sarà fatto della foto e alla larghezza e l’altezza dell’eventuale stampa. La tabella qui sotto può aiutarti a definire rapidamente quanti pixel ti occorreranno per la stampa di fotografie di dimensioni standard con una stampante a getto d’inchiostro o attraverso un servizio di stampa online.

Fonte da 5 MP = 2592 x 1944 pixel
Stampa di alta qualità: 10 x 13 pollici
Stampa di qualità accettabile: 13 x 19 pollici

Fonte da 4 MP = 2272 x 1704 pixel
Stampa di alta qualità: 9 x 12 pollici
Stampa di qualità accettabile: 12 x 16 pollici

Fonte da 3 MP = 2048 x 1536 pixel
Stampa di alta qualità: 8 x 10 pollici
Stamapa di qualità accettabile: 10 x 13 pollici

Fonte da 2 MP = 1600 x 1200 pixel
Stampa di alta qualità: 4 x 6 pollici, 5 x 7 pollici
Stampa di qualità accettabile: 8 x 10 pollici

Meno di 2 MP
Le risoluzioni inferiori a 2MP sono adatte solo per la visualizzazione su schermo o per stampe di piccole dimensioni. Vedi: Quale risoluzione usare per condividere le foto online?

Superiore a 5 MP
Quando superi i cinque megapixel, è probabile che tu sia un fotografo professionista che utilizza apparecchiature di fascia alta e dovresti già avere una padronanza sui concetti di dimensione e risoluzione dell’immagine.

Megapixel Madness
I produttori di fotocamere digitali vorrebbero convincere tutti i clienti che un maggior numero di megapixel siano la scelta migliore, ma come si può vedere dalla tabella sopra, a meno che non si disponga di una stampante a getto d’inchiostro di grande formato, qualcosa di più di 3 megapixel è più di quanto la maggior parte delle persone potrà mai utilizzare.

Tuttavia, ci sono momenti in cui megapixel in abbondanza possono tornare utili. Un maggior numero di megapixel possono dare ai fotografi dilettanti la libertà di ritagliare le immagini in modo più aggressivo, quando non riescono ad avvicinarsi al risultato desiderato. Ma il compromesso con l’aumento dei megapixel sono i file di grandi dimensioni che richiedono più spazio nella memoria della fotocamera e maggiore spazio di archiviazione sul computer.

Personalmente ritengo che il costo di storage aggiuntivo sia un compromesso accettabile, soprattutto per quelle volte in cui si riesce a catturare un momento indimenticabile e si potrebbe desiderare di stampare l’inquadratura in un grande formato. Ricorda che puoi sempre utilizzare un servizio di stampa online se la tua stampante non è in grado di gestire grandi formati.

Un po’ di cautela

Ci sono molte informazioni qui presentate, ma è fondamentale per chiunque comprendere che non è consigliabile aumentare semplicemente il valore ppi di una foto in Photoshop accedendo a Immagine> Dimensione immagine e aumentando il valore della Risoluzione.

La prima cosa che accadrà è che la dimensione finale del file e le dimensioni dell’immagine subiranno un aumento drammatico a causa dell’enorme numero di pixel artificiosamente aggiunti all’immagine. Il problema è che le informazioni sul colore in quei nuovi pixel sono, nella migliore delle ipotesi, una “interpretazione” da parte del computer grazie al processo di Interpolazione.

Infine, se un’immagine ha una risoluzione inferiore a 200 ppi, non dovrebbe essere utilizzata per la stampa.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questa altezza div è necessaria per abilitare la barra laterale adesiva