Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Nozioni di base sulla Risoluzione

/
/
/
163 Visite

La risoluzione, la scansione e le dimensioni grafiche sono un argomento vasto e spesso confuso, anche per i progettisti esperti. Per chi è nuovo al desktop publishing , può essere travolgente. Prima di farti prendere dal panico al pensiero di ciò che non sai della risoluzione, concentrati su ciò che sai e alcuni fatti di base, facili da capire.

Cos’è la risoluzione?

Come è usato nel desktop publishing e nel design, la risoluzione si riferisce ai punti di inchiostro o pixel elettronici che compongono un’immagine sia che sia stampata su carta o visualizzata sullo schermo. Il termine DPI (punti per pollice) è probabilmente un termine familiare se hai acquistato o usato una stampante, uno scanner o una fotocamera digitale. DPI è una misura di risoluzione. Se utilizzato correttamente, DPI si riferisce solo alla risoluzione di una stampante.

Punti, pixel o qualcos’altro?

Altre iniziali che incontrerete che fanno riferimento alla risoluzione sono PPI ( pixel per pollice ), SPI (campioni per pollice) e LPI (linee per pollice). Ci sono due cose importanti da ricordare su questi termini:

  • Ogni termine si riferisce a un diverso tipo o misura di risoluzione.
  • Cinquanta percento o più delle volte in cui si incontrano questi termini di risoluzione, verranno utilizzati in modo errato, anche all’interno del desktop publishing o del software grafico.Col tempo imparerai come determinare dal contesto in cui si applica il termine di risoluzione. In questo articolo, faremo semplicemente riferimento alla risoluzione come punti per semplificare le cose. (Tuttavia, punti e DPI non sono i termini corretti per qualcosa di diverso dall’output di una stampante. È semplicemente familiare e conveniente.)

Quanti punti?

Sia stampato su carta che visualizzato sullo schermo del computer, un’immagine è composta da piccoli puntini. Ci sono punti colorati e ci sono punti neri. Nella stampa in bianco e nero, le dimensioni e la forma dei punti neri e la distanza ovvero la distanza tra loro quando sono stampati crea l’illusione di sfumature di grigio.

  • Meno punti vengono utilizzati (fino a un punto) più chiara è l’immagine.
  • Più punti in un’immagine, più grande è la dimensione del file grafico.
  • La risoluzione è misurata dal numero di punti in un pollice orizzontale o verticale.
  • Ogni tipo di dispositivo di visualizzazione ( scanner , fotocamera digitale , stampante , monitor del computer ) ha un numero massimo di punti che può essere elaborato e visualizzato indipendentemente dal numero di punti nell’immagine.

Esempi di risoluzione

Una stampante laser da 600 DPI può stampare fino a 600 punti di immagini in un pollice. Un monitor di un computer in genere può visualizzare solo 96 (Windows) o 72 (Mac) punti di informazioni sull’immagine in un pollice.

Quando un’immagine ha più punti di quelli supportati dal dispositivo di visualizzazione, questi punti vengono sprecati. Aumentano le dimensioni del file ma non migliorano la qualità di stampa o la visualizzazione dell’immagine. La risoluzione è troppo alta per quel dispositivo.

Una fotografia scansionata a 300 DPI e a 600 DPI sembrerà la stessa stampata su una stampante laser da 300 DPI. I punti in più di informazioni vengono “eliminati” dalla stampante, in ogni caso l’immagine da 600 DPI avrà una dimensione di file maggiore.

Quando un’immagine ha meno punti di quelli supportati dal dispositivo di visualizzazione, l’immagine potrebbe essere più o meno nitida. Le immagini sul Web sono in genere a 96 o 72 DPI perché è la risoluzione della maggior parte dei monitor per computer.

Se si stampa un’immagine da 72 DPI su una stampante da 600 DPI, di solito non sembra buona come sul monitor del computer. La stampante non ha abbastanza punti di informazione per creare un’immagine chiara e nitida. (Tuttavia, le odierne stampanti domestiche a getto d’inchiostro fanno un lavoro abbastanza decente nel rendere le immagini a bassa risoluzione abbastanza buone per la maggior parte delle applicazioni).

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questa altezza div è necessaria per abilitare la barra laterale adesiva